SCUOLA IN PSICOTERAPIA – statuto e regolamento

Articolo 1
È istituita, presso l’Istituto di Analisi Immaginativa di Cremona, la «SCUOLA SUPERIORE DI FORMAZIONE IN PSICOTERAPIA».
La Scuola ha sede legale in Cremona.
La Scuola ha lo scopo di formare specialisti preparati a svolgere interventi di carattere clinico, diagnostico, psicoterapeutico individuale e/o di gruppo, in ambito Istituzionale e Privato che, ad una profonda preparazione teorica e metodologica, uniscano una conoscenza autentica di se stessi, presupposto indispensabile per una proficua e corretta gestione del lavoro terapeutico.
Articolo 2
È costituito un Comitato Scientifico composto dal Direttore Scientifico, da un Docente della Scuola e da un Docente Universitario non insegnante.
Il Comitato Scientifico ha il compito di presentare ogni anno al Ministero una relazione illustrativa:

  • dell’attività scientifica e didattica svolta nell’anno precedente;
  • dell’attività scientifica e didattica programmata per l’anno successivo.
E’ istituito un Consiglio dei Docenti preposto all’applicazione del Regolamento e alla gestione delle attività scientifiche, in particolare alla cura dei rapporti con gli allievi e con il corpo docente.
Articolo 3 1
Il Corso di Studi della SCUOLA SUPERIORE DI FORMAZIONE IN PSICOTERAPIA ha la durata di quattro anni e deve essere completato entro sette anni dall’iscrizione.
Ciascun anno di corso prevede 500 ore ripartite tra 350 ore di attività teorico-pratica, e 150 ore di tirocinio. Si richiede inoltre allo studente l’analisi personale coerente con l’indirizzo psicoterapeutico adottato dalla scuola ed adeguata al progetto e al percorso formativo. Su tali aspetti la scuola si riserva una valutazione sia al momento dell’ammissione sia nel corso dell’iter formativo.
PIANO DI STUDI
COME DA PROSPETTO CONSEGNATO PER L’ANNO IN CORSO.
LE ATTIVITÀ PRATICHE
Per quanto riguarda l’aspetto formativo si integrano gli insegnamenti teorici con attività pratiche, variamente suddivise per i diversi anni di corso. Fra questi vanno segnalati i GRUPPI ESPERIENZIALI, tenuti con cadenza costante ed in situazione di gruppo, come approfondimento esperienziale delle tecniche psicoterapiche che utilizzano l’immaginario.
Durante gli incontri viene data particolare rilevanza alla metodologia dell’Analisi Immaginativa, per far acquisire all’allievo una buona comprensione e padronanza dei vari momenti della stessa (ascolto del corpo, utilizzo dello spazio di attivazione simbolica, analisi dei contenuti transferali e contro-transferali).
La situazione di gruppo consente, inoltre, di avere una prima esperienza teorico-pratica di tale contesto.
1° ANNO
TRAINING DI GRUPPO ESPERIENZIALE – SUPERVISIONE DI CASI CLINICI – SEMINARI TEORICO/CLINICI DI APPROFONDIMENTO – TIROCINIO IN STRUTTURE O SERVIZI PUBBLICI O PRIVATI ACCREDITATI.
2° ANNO
TRAINING DI GRUPPO ESPERIENZIALE – SUPERVISIONE DI CASI CLINICI – SEMINARI TEORICO/CLINICI DI APPROFONDIMENTO – TIROCINIO IN STRUTTURE O SERVIZI PUBBLICI O PRIVATI ACCREDITATI.
3° ANNO
TRAINING DI GRUPPO ESPERIENZIALE – SUPERVISIONE DI CASI CLINICI – SEMINARI TEORICO/CLINICI DI APPROFONDIMENTO- TIROCINIO IN STRUTTURE O SERVIZI PUBBLICI PRIVATI O ACCREDITATI.
4° ANNO
TRAINING DI GRUPPO ESPERIENZIALE – SUPERVISIONE DI CASI CLINICI – SEMINARI TEORICO/CLINICI DI APPROFONDIMENTO – TIROCINIO IN STRUTTURE O SERVIZI PUBBLICI O ACCREDITATI.
Articolo 4
TIROCINIO PRATICO
All’interno della formazione nella Scuola, gli allievi dovranno svolgere un tirocinio pratico per un numero di ore annuali non inferiore a 150 presso strutture o servizi pubblici o privati accreditati, le cui modalità sono sottoposte all’approvazione della Direzione Scientifica.La frequenza per il tirocinio nelle strutture sarà concordata in base alle disponibilità delle strutture stesse.
Articolo 5
In base alle strutture ed attrezzature disponibili la Scuola è in grado di accettare un numero massimo di iscritti determinato in venti per ciascun anno accademico (per un totale di 80 iscritti).
Articolo 6
Concorre al funzionamento della Scuola, in particolare alle attività scientifiche e di ricerca, la Società Italiana di Analisi Immaginativa (SIAI).
Articolo 7
DIPLOMA
La Scuola rilascia il diploma in copia unica, con votazione finale espressa in cinquantesimi; esso abilita all’esercizio della psicoterapia sul territorio nazionale ai sensi dell’art.. 3 della legge 56/89, salvo diverse disposizioni di Legge.
Articolo 8
FREQUENZA
La frequenza alle attività teorico-pratiche è obbligatoria.
E’ ammessa un’assenza non superiore ad un quarto del monte ore di ogni singola materialimitatamente alle lezioni teoriche.
Eventuali assenze alle attività pratiche potranno essere recuperate, qualora possibile, secondo modalità e tempi da concordare con la scuola, con oneri a carico dell’allievo.
Articolo 9
Gli allievi possono eleggere annualmente due rappresentanti per ogni anno di corso, i quali saranno informati e consultati sulle eventuali decisioni del Consiglio dei Docenti della Scuola.
Articolo 10
CRITERI PER L’AMMISSIONE
Titoli richiesti all’atto dell’ammissione sono la Laurea in Medicina e Chirurgia o in Psicologia e l’Abilitazione all’esercizio professionale. I laureati in Medicina e Chirurgia o in Psicologia possono essere iscritti ai Corsi purché conseguano il titolo di abilitazione all’esercizio professionale entro la prima sessione utile successiva all’effettivo inizio dei corsi stessi e provvedano nei 30 giorni successivi alla decorrenza dell’abilitazione a richiedere l’iscrizione all’albo.
Il Candidato dovrà:

  • Presentare il suo curriculum di studi e professionale ed eventualmente il percorso formativo sostenuto (pubblicazioni, ricerche, analisi personale, ecc.).
  • Sostenere colloqui volti ad accertare le motivazioni e la sua preparazione in psicologia e psicopatologia.
La domanda, in carta semplice ed indirizzata al Direttore Scientifico della Scuola, deve pervenire entro il 30 ottobre d’ogni anno accademico (salvo diverse disposizioni) alla Segreteria dell’Istituto di Analisi Immaginativa in Via Dante 209 – 26100 Cremona.
Date ed orari per i colloqui sono fissati con gli interessati una volta pervenuta la domanda.
ABBREVIAZIONE DEL CORSO (SALVO DIVERSE DISPOSIZIONI DI LEGGE)
Sono consentite, previo parere favorevole del Consiglio dei Docenti della Scuola, sulla base di criteri oggettivi per quei candidati in possesso d’idonea documentazione attestante una formazione teorica e pratica in psicoterapia acquisita presso istituti di cui all’art. 14 del D.M. 509 del 11.12.1998.
Articolo 11
Al ricevimento della comunicazione d’idoneità ottenuta dopo aver sostenuto il colloquio d’ammissione, l’allievo deve confermare la propria accettazione a mezzo telegramma o e-mail e procedere entro quindici giorni all’iscrizione.
Articolo 12
La domanda d’iscrizione va indirizzata al Direttore Scientifico della Scuola con allegati i seguenti documenti:
  • Certificato di nascita;
  • Certificato di residenza;
  • Diploma di maturità;
  • Certificato di laurea;
  • Certificato di abilitazione professionale;
  • Certificato di iscrizione al rispettivo albo professionale;
  • Tre fotografie formato tessera;
  • Ricevuta di pagamento della tassa d’immatricolazione (solo per il primo anno);
  • Consenso informato al trattamento riservato dei dati personali in sensi del D. Lgs. 196/2003.F
(I certificati di nascita, residenza, e maturità possono essere sostituiti con autocertificazione, Legge art. 46/47 DPR 445, 28.12.2000).
Articolo 13
L’iscrizione alla Scuola implica il pagamento della quota annuale di frequenza stabilita dal Consiglio d’Amministrazione ed è comprensiva di tutte le ore previste dal piano di studi, ad esclusione: dell’eventuale onere economico connesso alla frequenza del tirocinio e dei costi per il recupero delle assenze.
La tassa annuale potrà essere soggetta a adeguamenti.
Articolo 14
Il pagamento della quota annuale è suddiviso in:

  • Prima rata, da versare all’atto dell’iscrizione;
  • Seconda rata, da versare entro il 31 gennaio;
  • Terza rata, da versare entro il 31 marzo;
  • Quarta rata, da versare entro il 30 giugno.
In caso di rinuncia dopo l’iscrizione, o durante lo svolgimento del corso, sarà dovuta l’intera quota di frequenza dell’anno accademico in corso e degli anni mancanti al completamento della specializzazione.
Per ogni mese o frazione di mese di ritardo nell’effettuare il versamento delle tasse si deve aggiungere all’importo della rata un diritto di mora stabilito annualmente dal Consiglio dei Docenti.
I versamenti andranno effettuati tramite assegno o bonifico bancario.
Per i versamenti farà fede la data di accredito bancario.
Articolo 15
Le iscrizioni per il passaggio all’anno successivo s’inviano alla Segreteria della Scuola entro il 15 ottobre di ogni anno con allegata la quietanza della prima rata di frequenza.
Articolo 16
CRITERI PER L’AMMISSIONE AGLI ESAMI E METODI DI VALUTAZIONE INTERMEDI.
Gli allievi sono valutati annualmente, dai Docenti della Scuola, attraverso un esame di profitto per ogni singolo insegnamento.
Per sostenere gli esami l’allievo deve:
  • Avere frequentato puntualmente tutte le attività pratiche: training di gruppo esperienziali, primo colloquio, supervisione dei casi clinici;
  • Avere presenziato ad almeno tre quarti delle ore di lezioni teoriche impartite per ogni Corso, ivi compresi i seminari teorico-clinici di approfondimento proposti dalla Scuola.
Il mancato raggiungimento del monte ore obbligatorio per ogni Corso teorico impone la ripetizione della frequenza del Corso stesso.2
Articolo 17
La valutazione per gli esami delle materie d’insegnamento teorico è espressa in trentesimi. La valutazione delle attività pratiche è espressa attraverso un giudizio di idoneità che terrà conto del percorso maturativo individuale.
Coloro che non superano un esame potranno ripeterlo una sola volta.
Articolo 18
Il Consiglio dei Docenti della Scuola predispone tramite la Segreteria, un apposito libretto che consenta l’identificazione dell’allievo e la registrazione dei risultati conseguiti nelle valutazioni previste dal Regolamento della Scuola.
Articolo 19
MODALITA’ DI VALUTAZIONE FINALE E DI DIPLOMA
Per ottenere il Diploma è necessario:
  • Superare tutti gli esami degli insegnamenti teorico-clinici impartiti nei quattro anni di Corso;
  • Avere svolto puntualmente e con profitto tutte le attività pratiche previste dal piano degli studi e avere ottenuto i relativi giudizi di idoneità, ove previsti;
  • Avere svolto puntualmente e con profitto i tirocini annuali previsti e regolamentati dall’articolo 4 del presente Regolamento della Scuola;
  • Avere presentato una tesi a stampa, rilegata, di argomento teorico-clinico compreso nel piano degli studi o vertente su casi clinici trattati in supervisione;
  • Essere in regola con i contributi amministrativi ed il pagamento della tassa tesi.
Dopo la discussione con profitto della tesi, in conformità a valutazioni obiettive sia della formazione personale raggiunta sia del livello di preparazione teorico-clinica, sarà rilasciato all’allievo il Diploma necessario per l’iscrizione professionale legittimante l’esercizio dell’attività psicoterapeutica. In ogni caso il giudizio di abilitazione all'esercizio della psicoterapia non dipenderà solo dalla regolare frequenza dei corsi o dal regolare pagamento delle rette scolastiche bensì dal parere favorevole del Consiglio Docenti della scuola. Se l'allievo non sarà ritenuto idoneo alla professione di psicoterapeuta riceverà tutte le indicazioni necessarie per completare il percorso di formazione.
Articolo 20
NORME PER LA DISCUSSIONE DELLA TESI DI DIPLOMA
A norma dell’articolo 3 del Regolamento della Scuola la discussione della tesi di diploma deve essere sostenuta al termine dell’iter previsto dal piano degli studi ed entro e non oltre il terzo anno accademico fuori corso. La tesi deve essere concordata e seguita da un Relatore scelto fra i Docenti della Scuola stessa.
L’argomento della tesi di diploma, approvato e sottoscritto dal Relatore, deve rispettare le indicazioni previste dall’articolo 19 del presente Regolamento e va presentato in Segreteria almeno cinque mesi prima della data di discussione prevista.
La domanda per sostenere la tesi di diploma, corredata dalla ricevuta del versamento del relativo contributo, va presentata presso la Segreteria della Scuola almeno sessanta giorni prima della sessione di esame.
La tesi, firmata dal Relatore, deve essere depositata presso la Segreteria della Scuola almeno trenta giorni prima della sessione di esame.
Non saranno accettate le tesi presentate fuori dei termini prescritti.
Articolo 21
Saranno considerati fuori corso, e quindi soggetti al pagamento della relativa tassa, coloro i quali, terminato il quarto anno, non abbiano completato il programma relativo al piano degli studi o non abbiano discusso la tesi di diploma entro il 30 giugno dell’anno successivo.
Per quanto non disciplinato nel presente regolamento si rinvia alla normativa generale per le Scuole di Specializzazione in Psicoterapia.
1 L’Istituto si riserva, a sua totale discrezione, la possibilità di operare variazioni nel Piano di Studi e nella scelta dei Docenti in conformità a precise esigenze che dovessero emergere.
2 Ad integrazione di quanto nell’art. 16, si precisa che eventuali ricuperi delle presenze potranno essere effettuati solo compatibilmente alle disponibilità della Scuola e dei Docenti, e saranno in ogni caso a carico dell’allievo.